UN MODELLO INNOVATIVO PER I SERVIZI DI ORIENTAMENTO PROFESSIONALE RIVOLTI A PERSONE NEET AFFETTE DA DISAGIO PSICHICO

CONTESTO

I disturbi mentali colpiscono circa il 27% (83 milioni) degli europei ogni anno (European Social Work, 2013). I tre quarti dei disturbi mentali iniziano a 24 anni (OMS), colpendo l’inclusione sociale e, a causa della stigmatizzazione, l’integrazione lavorativa di un gran numero di giovani cittadini dell’UE. Mentre molti progetti dell’UE si sono concentrati nel facilitare l’integrazione lavorativa dei NEET europei (Not (engaged) in Education, Employment or Training – persone non impegnate nello studio, nel lavoro o nella formazione), poca attenzione è stata dedicata a giovani affetti da disagio psichico che appartengono a tale gruppo e, allo stesso tempo, devono affrontare ulteriori sfide nel loro percorso educativo e professionale. Sembra che, al momento, non vi siano strumenti specializzati che facilitino l’integrazione lavorativa dei Giovani NEET con disturbi mentali. Inoltre, tutti i principali attori coinvolti in questo processo (Giovani NEET con disturbi mentali, professionisti della salute mentale, consulenti di orientamento professionale, assistenti informali – cd. Prestatori Volontari di Cura) non sono sufficientemente formati per fornire il supporto necessario. Il gran numero di Giovani NEET con disturbi mentali che rimangono al di fuori del mercato del lavoro è un appello urgente ai paesi membri dell’UE affinché lavorino insieme e sviluppino strategie efficienti. I paesi europei devono elaborare, non solo scambiare, buone pratiche, ma anche lavorare sulle soluzioni educative appropriate e sulla metodologia per integrare i Giovani NEET con disturbi mentali nel mercato del lavoro.

I NOSTRI OBIETTIVI

• mappare i bisogni e le criticità nell’integrazione, nell’istruzione e nell’accesso al mercato del lavoro dei Giovani con disturbi mentali

garantire che i professionisti siano in grado di rafforzare le capacità, motivare e informare i Giovani con disturbi mentali

• riesaminare la metodologia esistente per l’Orientamento Professionale di persone con disturbi mentali

• sviluppare una metodologia e degli strumenti specializzati per l’Orientamento Professionale che possano rispondere alle esigenze specifiche dei giovani con disturbi mentali

INFORMAZIONI SUL PROGETTO

Programma: Erasmus+ – Azione Chiave 2 – Partenariati Strategici nell’ambito Istruzione e formazione professionale (VET)

Nome del progetto: UN MODELLO INNOVATIVO PER I SERVIZI DI ORIENTAMENTO PROFESSIONALE RIVOLTI A PERSONE NEET* AFFETTE DA DISAGIO PSICHICO (Work4Psy)

Numero di riferimento progetto: 2019-1-DE02-KA202-006253

Data di realizzazione del progetto: 01.09.2019 – 31.08.2022

Coordinatore: Hochschule der Bundesagentur für Arbeit (HdBA)

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close